top of page
Cerca
  • Immagine del redattoreElena Belotti

Fuoco Ibisco e Karkade 🌺

Ieri sera durante l'attivazione e il contatto con l' elemento fuoco 🔥 continuamente sentivo profumo di fiori che nella stanza ovviamente non era realmente presente .. era forte, intenso.. e mi è stato indicato essere Karkade 🌺 vedevo il suo colore intenso e si ci stava bene con l'elemento 🔥 fuoco. Quasi al termine del contatto si sono connesse le energie hawaiane e ho notato il fiore delle Hawaii essere l'ibisco, la pianta del Karkade, wow immaginate il mio stupore 😍 per quale motivo l'energia mi ha guidato a questa connessione? Cosa vuole dirmi???



Così ho raccolto qualche info che vi condivido, immagino possa essere utile anche per voi!!!! Ecco qui ➡️


Il karkadè piace, per il colore rubino intenso, per il profumo fiorito e il gusto deciso. Se però cercate altre idee, potreste leggere le


è simbolico di avvenenza, fecondità, devozione della ‘sposa perfetta’. Nella lingua giapponese, ‘hanakotoba’ significa ‘dolce’: il fiore di ibisco dà il benarrivato amichevole a qualunque visitatore.


Comunemente diffuso nelle isole del Pacifico, il fiore di ibisco è il simbolo dello Stato delle Hawaii dal 1923. E’ tradizione donarlo in ghirlande a collana alle autorità statali e ai turisti in segno di benvenuto ospitale e, secondo un’antica credenza popolare, incita a cogliere le opportunità.


In Cina, l’alberello di ibisco (‘Hibiscus rosa-sinensis’) incarna la ricchezza e la fama, mentre il fiore delicato rappresenta


Nel culto indù, è offerto alla dea Kali e a Ganesha.


Il fiore colorato e luminoso di ibisco è il tatuaggio tribale più rappresentativo delle isole Hawaii: simbolo di grande potere e rispetto, in bianco equivale a purezza e illuminazione interiore, in viola a ricchezza.


Oggi i tatuaggi esotici del fiore di ibisco, appariscente e dai colori vivaci, soprattutto giallo (tra i disponibili rosso, arancio, rosa, bianco, verde, lavanda, blu, viola), sono richiesti per la bellezza della forma semplice (cinque petali liberi uniti alla base a tromba), di grande versatilità su diverse parti del corpo maschile e su fondoschiena, ombelico, anca e polso femminili. Questo tipo di tatuaggio è prediletto dai nativi o dai discendenti hawaiani per rispetto verso la loro patria, ma anche da appartenenti ad entrambi i sessi di qualunque nazionalità in segno di lealtà, devozione e fedeltà al proprio partner (tatuando il suo nome attorno al fiore); in ricordo di un amore finito o del primo in assoluto, dei momenti indimenticabili trascorsi alle Hawaii, dello stile di vita rilassato di quel popolo, oppure come sinonimo della vita troppo breve come quella del fiore di ibisco.


Il delizioso tè senza caffeina di fiori di ibisco, color rosso rubino, ottimo caldo o freddo, dal sapore intenso di frutti di bosco e limone, è noto come ‘Karkadè’ in Italia, in Egitto e in Sudan.


Tra i malesi, il decotto di radici di ibisco era un rimedio tradizionale in caso di febbre e un collirio per occhi irritati; i fiori servivano da esorcismo contro le epidemie e le malattie. L’infuso di petali era utilizzato come espettorante nella bronchite; dopo essere stato esposto alla rugiada, era consigliato in caso di gonorrea. Si usava anche il decotto di fiori bianchi e rossi come antidoto al veleno. Il succo di fiori bianchi di ibisco era assunto in presenza di difterite


Potete approfondire a questo link


https://www.ilgiornaledelcibo.it/karkade-proprieta-benefiche/amp/

73 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti
bottom of page